This post is also available in: English Español Français Deutsch

Valeriana

Da dove viene la valeriana?

La valeriana, detta anche doucette, è un ortaggio verde delicato dal sapore delicato. È un membro della stessa famiglia della valeriana e non è una lattuga. È ricco di beta-carotene, un antiossidante che il corpo converte in vitamina A. La valeriana può essere consumata fresca o cotta in cucina e ha una vasta gamma di applicazioni nutrienti e gustose.
La valeriana è originaria dell'Europa meridionale, dell'Africa settentrionale e dell'Asia occidentale. Si espanse rapidamente in Europa, stabilendosi nei campi di grano e comportandosi come un'erbaccia. La stessa cosa è successa quando è stato introdotto negli Stati Uniti. È un problema significativo per gli agricoltori in diversi stati del sud, dove devono usare pesticidi chimici per sbarazzarsene.
La valeriana è, ironia della sorte, una delle verdure più apprezzate dai francesi e dagli italiani. Lo raccolgono in natura durante tutto l'inverno, quando è al suo meglio, da secoli. Non c'è dubbio che questa minuscola pianta, che forma rosette di foglie circolari verde intenso, avesse lo scopo di aiutare i contadini a combattere l'oscurità delle giornate cupe e umide della stagione fredda. Si pensava anche che avesse qualità sedative minori, simili al suo parente, la valeriana.
Rimarrà un piatto contadino fino a quando qualche chef del XVIII secolo ne esalterà le virtù e lo servirà all'élite mondiale. Di conseguenza, vogliamo svilupparlo su vasta scala. Con una produzione di oltre 30.000 tonnellate all'anno, la Francia è di gran lunga il principale produttore, con una produzione concentrata quasi completamente nella Valle della Loira. Germania e Italia sono i prossimi due paesi della lista. La California settentrionale è l'unico posto in Nord America dove è stata coltivata di recente. Si trova spesso in verdure miste come il mesclun.
Valerianella è un genere con molte specie, due delle quali coltivate commercialmente. La più apprezzata è la valeriana, mentre la valeriana italiana è meno rustica della prima e più difficile da trovare sugli scaffali dei nostri mercati.

Lamb's Lettuce

Quali sono i valori nutrizionali e calorici della valeriana?

L'acqua costituisce circa il 93% della dieta dell'agnello. Fornisce un numero impressionante di vitamine e minerali nonostante contenga poche fonti di energia (proteine, lipidi e carboidrati).
Il beta-carotene è abbondante in questo frutto. Il beta-carotene è una provitamina A che il corpo trasforma in vitamina A. È anche classificato come carotenoide, il che significa che è un antiossidante.
Sono presenti anche vitamina A, vitamina C e vitamine B6 e B9 (acido folico).
Contiene ferro, potassio, fosforo, rame, zinco, calcio e selenio, tra gli altri minerali e oligoelementi.
Infine, la fibra è presente.
Caratteristiche della valeriana
potere antiossidante; molto basso contenuto calorico
Ricco di fibre alimentari;
Aiuta a mantenere in buona forma l'apparato digerente;
Promuove la salute del cuore e della circolazione.
Di seguito sono riportati alcuni dei nutrienti presenti in grandi quantità nella valeriana:
La valeriana è una discreta fonte di vitamina A per le donne e una fonte eccezionale per i maschi.
La valeriana è una ricca fonte di vitamina C per le donne e una fonte di vitamina C per i maschi.
Ferro: sia per gli uomini che per le donne, la valeriana è una ricca fonte di ferro.
La valeriana è una buona fonte di vitamina B6 (piridossina).
Rame: il rame si trova nella valeriana.
Manganese: il manganese può essere trovato nella valeriana.
Valori nutrizionali e calorici della valeriana
Per 100 g di valeriana:

Name of constituentsUnityAverage content
EnergyKcal21
waterg92.8
Proteing2
Carbohydratesg3.6
sugarg3.6
Starchg
Dietary fiberg1.5
Lipidsg0.4
Cholesterolmg
Saturated FA(fat acid)g
Monounsaturated FAg
Polyunsaturated FAsg
Sodiummg4
Magnesiummg13
Phosphorusmg53
Potassiummg459
Calciummg38
Manganesemg0.359
Total ironmg2.18
Coppermg0.134
Zincmg0.59
Seleniumµg0.9
Iodineµg
Retinolµg355
Beta caroteneµg4254
Vitamin Dµg0
Vitamin E activity (alpha-tocopherol)mg
Vitamin Cmg38.2
Vitamin B1 or Thiaminemg0.071
Vitamin B2 or Riboflavinmg0.087
Vitamin B3 or PP or Niacinmg0.84833
Vitamin B5 or Pantothenic acidmg0.042
Vitamin B6 or Pyridoxinemg0.273
Vitamin B9 or Total Folateµg14
Vitamin Kµg
lamb's lettuce

Perché dovresti mangiare la valeriana?

In generale, le vitamine, le sostanze chimiche antiossidanti e le fibre presenti in frutta e verdura forniscono significativi benefici per la salute. Diversi studi hanno dimostrato che un elevato apporto di frutta e verdura riduce il rischio di malattie cardiovascolari e cancro.
Il National Health Nutrition Program suggerisce di mangiare almeno 5 porzioni (di almeno 80 g) di frutta e verdura ogni giorno e di sfruttare la variabilità stagionale. La valeriana è un ortaggio che cresce durante tutto l'inverno. Ora si trova tutto l'anno.
Una porzione di verdure equivale a un piatto o una tazza di valeriana (un grosso mazzo).
Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che una dieta ricca di frutta e verdura riduce il rischio di malattie cardiovascolari, alcune neoplasie e altre malattie croniche. Gli antiossidanti presenti in frutta e verdura possono contribuire a questa protezione. La valeriana, d'altra parte, ha avuto relativamente poche ricerche su di essa e i componenti attivi di questo ortaggio sono ancora sconosciuti.
**Fonte di beta-carotene
Il beta-carotene è abbondante nella valeriana cruda (2517 g in 1 tazza, o circa 3/4 di una carota). Il beta-carotene avrebbe proprietà antiossidanti e potrebbe aiutare alcuni processi del sistema immunitario oltre ad essere una fonte di vitamina A per il corpo. Numerosi studi epidemiologici hanno trovato un legame tra il consumo di cibi ricchi di beta-carotene e un minor rischio di vari tumori maligni.
Secondo un numero crescente di studi, un'elevata assunzione di beta-carotene sembra avere un impatto preventivo contro le malattie cardiovascolari. Gli alimenti che contengono beta-carotene dovrebbero essere preferiti agli integratori poiché contengono una varietà di altri nutrienti che possono aiutare con la salute.
**Clorofilla
La clorofilla, una sostanza che conferisce alle piante il loro colore verde, si trova nella valeriana. Secondo una ricerca in vitro, la valeriana ha un potenziale antimutageno, il che significa che può aiutare a prevenire il cancro. Tuttavia, per il momento, non è pratico applicare questi risultati alle persone.

Lamb's Lettuce

Come selezionare la valeriana migliore e mantenerla fresca?

La valeriana, come la valeriana, fa parte della famiglia delle Caprifoliaceae. Contrariamente alla credenza popolare, questa non è una forma di lattuga, ma piuttosto un ortaggio a foglia morbida. Si può acquistare nei banchi del mercato durante l'inverno, principalmente tra i mesi di novembre e febbraio.
Scegli foglie di un verde brillante e che non mostrino segni di appassimento. I grappoli devono essere adeguatamente forniti se la valeriana viene utilizzata intera anziché spellata.
Mangia la valeriana lo stesso giorno in cui la acquisti, oppure conservala in frigorifero per 3-4 giorni.
Per proteggerlo dai danni, mettilo in un contenitore di plastica rivestito con un doppio strato di carta da cucina (la carta assorbirà l'acqua in eccesso).

Lamb's Lettuce

Come preparare la valeriana?

Piccole foglie vellutate verde scuro dal sapore ricco e dolce, paragonabile alla nocciola, caratterizzano questa insalata verde. Questo verde può essere cucinato e mangiato come verdura oltre alle insalate. La lattuga di agnello è anche conosciuta come insalata di mais, insalata di campo, lattuga di campo, lingua di agnello o Mâche e viene coltivata in Francia, Olanda e Stati Uniti. È comune vederlo crescere selvatico nei campi. La valeriana è disponibile tutto l'anno nei negozi specializzati di ortaggi. Scegli grandi grappoli con foglie fresche e dai colori vivaci. Avvolgili nella plastica e mettili nel cassetto della verdura del frigorifero per mantenerli freschi per due o tre giorni.
La valeriana ha il pregio di poter essere gustata sia fresca che cotta in cucina. A causa del suo alto contenuto di clorofilla, aggiunge tonalità vivaci alle ricette in cui viene utilizzato. Il suo sapore distinto, forte e un po' pepato consente lo sviluppo di ricette tanto salutari quanto insolite.
Sciacquate bene la valeriana in acqua fredda, ma evitate di bagnarla per lunghi periodi perché potrebbe danneggiarla. Al momento di servire, condisci questa delicata piantina con il condimento. Usa un olio leggero (noce, nocciola o semi d'uva) e una piccola quantità di aceto o limone. Fai attenzione con erbe e spezie opprimenti, che potrebbero sopraffare il sapore delicato.
Sbollentatela per pochi secondi in acqua bollente salata, quindi raffreddatela velocemente in acqua ghiacciata per evitare che durante la cottura perda il suo meraviglioso colore.
**Insalata con valeriana e barbabietole. Cuocete le barbabietole in forno se possibile, o in acqua se no. Lasciare raffreddare prima di tagliare a cubetti e servire su un letto di valeriana. In Francia si aggiungono occasionalmente i gherigli di noce, mentre in Belgio si aggiunge un gambo di sedano tritato finemente. Puoi aggiungere una fetta o due di uovo sodo, chicchi di mais dolce, strisce sottili di funghi e così via per produrre varie varianti. Servitelo con tonno e fave di cocco alla bretone.
**Può essere utilizzato in una varietà di insalate, tra cui radicchio e rucola, per ridurre l'amaro e il piccante. con avocado e peperoncino; con pesce alla griglia e finocchio tritato kiwi e fragole, mele e pere, o **semi di melograno; con petto d'anatra alla griglia o ventriglio di pollame
Si abbina bene con formaggi freschi (come il caprino) o con formaggi molto saporiti come il Roquefort o il Parmigiano. Condite con una spruzzata di olio d'oliva e il gioco è fatto!
**Questa è una voce italiana. Servire con fettine di prosciutto, cuori di carciofo, noci tostate e qualche scaglia di parmigiano sopra la valeriana. Condire con una vinaigrette di olio di noci e succo di limone e guarnire con la scorza di limone.
**Salsa verde in un lampo. Da servire con verdure grigliate o frutti di mare lessati. In un frullatore, unire la valeriana e un tuorlo d'uovo. Unire un albume, la panna, il sale e il pepe in una ciotola. In alternativa, unire un po' di succo di limone e ricotta (varietà quark).
** Servitelo sugli spaghetti dopo averlo cotto a vapore con il burro.
**Può essere cotto a vapore per pochi minuti e poi passato per servire con carne o pesce.
**Aggiungilo tritato verso la fine della cottura a passati di verdura, creme di sedano o funghi e altri piatti. Può anche essere tritato grossolanamente e aggiunto a un gazpacho freddo.
**Zuppa con agnello e lattuga. In una padella con olio o burro, soffriggere la cipolla e lo scalogno grigio. Fate sciogliere la lattuga dell'agnello. Fate cuocere fino a quando le patate non saranno cotte, aggiungendo acqua o brodo se necessario. Condite con sale e pepe e, se preferite, una spruzzata di panna in un frullatore. Servire con crostini di pane come guarnizione.
**Può essere utilizzato in torte salate, sformati o omelette.

Lamb's Lettuce
Lamb's Lettuce

Insalata di Agnello: Mâche o Insalata di Mais

Nel 1611, il termine “mache” fu usato per la prima volta nella lingua. È molto probabilmente una variante di pomache, che potrebbe derivare dal latino pomum “frutto”, presumibilmente come riferimento ai semi. A meno che, come alcuni suggeriscono, il termine “maching” non sia la fonte. Il nome del genere significa “piccola valeriana”, a causa della somiglianza della pianta con la valeriana.
La valeriana ha una varietà di nomi, a seconda della zona o della regione dell'Europa francofona, alcuni dei quali riflettono la passione che storicamente i contadini avevano per essa. Altri nomi si riferiscono alla forma, alla consistenza, all'habitat o all'uso della creatura. Doucette, bourcette, lanchette, bocca, galinette, conchiglia, erba dolce, grasso, insalata canonica, insalata di prete, orecchio di lepre, orecchio di lepre, orecchio di lepre, orecchio di lepre, orecchio di lepre, orecchio di lepre, orecchio di lepre, valeriana, rampon, grano insalata …

Allergie alla valeriana

Non ci sono controindicazioni o allergie documentate al consumo di valeriana in questo momento. La valeriana può essere ingerita da chiunque senza nuocere alla salute a causa della sua elevata ricchezza nutrizionale e della sua bassa densità energetica.